/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 26 ottobre 2020, 12:22

Tamponi rapidi in farmacia, slitta l’inizio del servizio: “Partiremo non prima di giovedì”

Il servizio nelle farmacie avrebbe dovuto partire oggi: è corsa contro il tempo per predisporre la piattaforma entro questa settimana

Tamponi rapidi in farmacia, slitta l’inizio del servizio: “Partiremo non prima di giovedì”

Nelle farmacie piemontesi non c’è traccia dei tamponi rapidi. Secondo la Regione, il servizio avrebbe dovuto partire nella giornata di oggi ma al momento da registrare c’è solo un rinvio. “Si, oggi non siamo ancora partiti. Cercheremo di dare il via al servizio entro questa settimana” spiegano da Federfarma.

I problemi alla base del ritardo non sono legati alla fornitura dei test, che ci sono e sono già arrivati, ma vanno ricercati nella burocrazia e nei tempi tecnici indispensabili per iniziare con i tamponi rapidi in farmacia: “Confermo che non è una questione relativa alla fornitura dei test, ma procedurale: una volta refertati, gli esiti dei tamponi rapidi vanno caricati sulla piattaforma regionale. Manca quel passaggio lì” spiega Massimo Mana, presidente di Federfarma Piemonte.

Un altro nodo da sciogliere riguarda la certificazione degli esiti da parte di un medico. Insomma, la macchina fatica a partire. L’obiettivo però è quello di rendere il servizio dei tamponi rapidi in farmacia disponibile nel minor tempo possibile: “Stiamo lavorando pancia a terra perché si possa iniziare già giovedì” afferma Mana. 

Tanti i cittadini che questa mattina si sono recati in farmacia nella speranza di prenotare il test. Rimandati a casa dai farmacisti, i più senza informazioni dettagliate, per effettuare il tampone rapido dovranno aspettare ancora qualche giorno.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium