/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | 28 ottobre 2020, 15:05

Fca, un trimestre da record grazie al Nord America, ma bene anche Maserati e la 500 elettrica "di casa" a Mirafiori

Manley: "Ancora una volta il nostro team ha dimostrato la sua straordinaria resilienza e creatività e siamo più forti e concentrati in vista della nascita di Stellantis"

Fca, un trimestre da record grazie al Nord America, ma bene anche Maserati e la 500 elettrica "di casa" a Mirafiori

Fiat Chrysler presenta risultati record per il terzo trimestre del 2020, ma il "merito" è del Nord America, con numeri addirittura a doppia cifra che migliorano così il dato complessivo del gruppo. 
Di certo, un bel biglietto da visita (ma sarebbe più preciso definirlo una "dote") in vista del matrimonio con Psa che porterà alla nascita di Stellantis, all'inizio del 2021. "I risultati record sono stati trainati dalla fenomenale performance del nostro team in Nord America - ammette anche l'ad di Fca, Mike Manley -. Nel trimestre, con diversi brand abbiamo presentato prodotti in segmenti in cui non eravamo presenti, abbiamo aperto un nuovo capitolo nella storia del marchio Maserati, confermato la leadership di mercato in America Latina e proseguito nel rapido percorso globale di investimenti nell’elettrificazione".
"Ancora una volta - prosegue il successore di Sergio Marchionne - il nostro team ha dimostrato la sua straordinaria resilienza e creatività e, con la fusione che a breve vedrà la nascita di Stellantis, siamo più forti e concentrati sull’obiettivo di creare un valore significativo per tutti i nostri stakeholder".

Ma quel che colpisce, oltre al segno più, è la cronologia di questi risultati, visto che arrivano subito dopo la tempesta-Covid, che non ha certo risparmiato alcun angolo del pianeta. "La salute e la sicurezza delle nostre persone continuano a rivestire priorità assoluta con il ritorno delle attività produttive globali di FCA pressoché ai livelli pre-Covid-19 e la continuità nell’adozione di modalità di lavoro a distanza ove possibile - si legge nella nota ufficiale diffusa dal Gruppo -. In Nord America, la forte domanda di Ram e Jeep e la disciplina su incentivi e costi di gestione, ha generato un utile operativo lordo (ante imposte, ndr) di 2,5 miliardi di euro e un margine del 13,8%. Nel trimestre, la nostra quota del mercato retail U.S. è rimasta forte al 12,3% con gli ordini dei venditori per gli ultimi mesi dell’anno su livelli robusti".

Avvicinandosi all'Italia, nella zona Emea il Gruppo ha guadagnato quote di mercato in Europa sia nel segmento delle automobili sia in quello dei veicoli commerciali leggeri con prezzi in miglioramento. Inoltre, sono iniziate le consegne alla rete della nuova Fiat 500 totalmente elettrica (che diventerà la "reginetta" dello stabilimento di Mirafiori, con la fine degli ammortizzatori sociali e la piena occupazione) e delle versioni ibride plug-in di Jeep Renegade e Jeep Compass.

Alla luce di Covid e pandemia, comunque, il dividendo speciale destinato agli azionisti di FCA dagli accordi con Psa è fissato a 2,9 miliardi di euro (prima era di 5,5 miliardi di euro) con il 46% di Faurecia detenuto da Groupe PSA che sarà distribuito a tutti gli azionisti Stellantis subito dopo la fusione previa approvazione da parte del Board e degli Azionisti di Stellantis.

Per quanto riguarda Maserati, che conta proprio nel polo torinese un riferimento importante nello stabilimento Agap di Grugliasco, i numeri complessivi di settembre 2020 riportano consegne in aumento del 7%, principalmente in Nord America e Cina. I ricavi netti sono stabili, con i maggiori volumi compensati dai maggiori incentivi, soprattutto in Cina, e dagli effetti negativi dei cambi di conversione.

 

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium