/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 04 gennaio 2021, 13:05

Regione, un 2020 da dimenticare: "Ma calano sia il debito che le tasse. E per la Sanità nasce l'Azienda Zero"

Cirio: "Un anno condizionato dall'emergenza sanitaria. Ma adesso vogliamo ripartire. E non lasciamo buchi alle nuove generazioni". Icardi: "Ricostruita una Sanità mutilata, tra posti letto e rete di medicina territoriale"

Regione, un 2020 da dimenticare: "Ma calano sia il debito che le tasse. E per la Sanità nasce l'Azienda Zero"

Un Piano strategico da presentare nella cornice del Grattacielo di Intesa Sanpaolo: doveva succedere circa un anno fa, ma poi è cambiato il mondo e non si è fatto più nulla. E' il simbolo (sospeso) di un 2020 che ha modificato i piani di tutti, compresi la Regione e il governatore Alberto Cirio: "La pandemia è stata una delle più grandi catastrofi dopo la Seconda Guerra Mondiale: tutti noi non vedevamo l'ora che quest'anno arrivasse al termine".

Così il presidente del Piemonte ha introdotto il suo bilancio di un anno di governo scandito dall'eccezione, invece che della regola. A cominciare dalla Sanità, "ricca di tante eccellenze, ma colpita dai tagli e dalle decisioni degli anni scorsi e in pochi mesi non si distrugge e non si crea una struttura così complessa". Un concetto ribadito più volte, in questi mesi, proprio da Cirio.

"I 130 milioni del Riparti Piemonte, da più parti, ci hanno detto essere stati gli unici soldi arrivati fino a questo momento - prosegue Cirio -, ma abbiamo fatto anche il miracolo di far arrivare nel giro di un mese le risorse sui conti correnti di 80mila attività economiche che avevano semplicemente mandato una mail. Un meccanismo che vogliamo utilizzare, in maniera semplificata e senza omettere i controlli, anche in tempi per così dire di pace".

Numeri positivi anche per il voucher vacanza: "Cinque milioni investiti per 32mila voucher distribuiti e il sostegno a un settore in forte difficoltà". 

"Ma abbiamo fatto anche leggi storiche, in questi mesi. E abbiamo mantenuto i conti in ordine, nonostante un anno così difficile, con un grande calo delle entrate e l'enorme debito ereditato dal passato. 
Ma per il 2021 le idee sono chiare: vogliamo ripartire, come il resto del mondo".

Icardi: "Emergenza affrontata con organici e strutture mutilate: nasce l'Azienda Zero"
"Abbiamo affrontato un'emergenza senza precedenti con organici e strutture mutilate da anni di tagli. Eravamo tra gli ultimi in Italia per posti di terapia intensiva, 327 e due soli laboratori in grado di analizzare i tamponi molecolari", dice l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi. "E anche la rete territoriale non aveva nulla a che vedere con ciò che sarebbe servito per arginare lo tsunami della pandemia. Abbiamo fatto oltre 50 ordinanze, abbiamo creato l'Unità di crisi, diventata poi Dirmei e creato una piattaforma interattiva e informativa sui contagi".

Oggi i posti di terapia intensiva sono, raddoppiati e le subintensive da 135 a 550. Con un investimento di 22 milioni, la Regione otterrà altri 160 posti in intensiva e 120 in subintensiva. Complessivamente i posti letto ordinari per il Covid sono 5581 più 600 in cliniche private, cui si aggiungono le tensostrutture dell'Esercito, i posti all'ospedale del Valentino e quello delle Ogr, spostati poi all'Oftalmico.

"Abbiamo stanziato 10 milioni di euro per la medicina di gruppo e di rete, con un network di medici e pediatri. Ma altri 17,3 milioni per le attrezzature di medicina generale e pediatria, oltre a 7 milioni per la telemedicina", dice ancora Icardi, "con fondi stanziati annualmente".

La novità sarà però la cosiddetta Azienda Zero: "Una realtà - dice Icardi - che lavorerà con un software contabile unico per tutti i territori della regione, efficientando i servizi, con autonomia organizzativa e amministrativa. Gestirà le attività del 118 e dei numeri unici come il 112 e il 117, oltre a gestire gli acquisti, insieme alla logistica e ai magazzini. Inoltre la telemedicina e il monitoraggio dei posti letto". L'obiettivo è partire per maggio, "insieme alla nomina dei nuovi direttori delle Asl".

Sul fronte dei vaccini: "A oggi è stato utilizzato il 33,8% delle dosi a disposizione, dunque 13.806 persone del settore sanitario e delle strutture rsa. E ci sono ancora 100mila dosi di vaccino anti influenzale, oltre alle 40mila dosi già a disposizione dei medici".


Marrone: "Raddoppiato il numero di leggi approvate dal Consiglio"
Da 15 leggi della precedente amministrazione, circa uno al mese a 23, per una legge di tre leggi al mese. E' questo il numero che porta in evidenza l'assessore regionale ai rapporti con il Consiglio, Maurizio Marrone. "Il ringraziamento va ai capigruppo di maggioranza, ma anche a quelli di opposizione: siamo riusciti a raddoppiare l'attività del Consiglio regionale, andando a dare risposte urgenti e importanti per il territorio".

Per quanto riguarda invece la semplificazione, si passerà a un'approvazione denominata "Once only": "Razionalizzeremo i controlli e li unificheremo - dice Marrone - così che tutti potranno essere messi nelle condizioni di lavorare e ripartire senza appesantimenti burocratici".


Tronzano: "Ridotto il disavanzo oltre le previsioni"
Numeri e bilanci per l'assessore Andrea Tronzano: "Abbiamo ridotto il disavanzo di 325 milioni di euro, più delle previsioni, pur mantenendo un equilibrio di bilancio. E non abbiamo voluto creare debiti per le generazioni future. Inoltre abbiamo agito sulla liquidità e sul sostegno al credito". Ma 80 milioni di euro sono stati destinati agli investimenti. "Anche se le entrate sono state minori e lo saranno anche per il 2021: si stima un gettito minore di 120-150 milioni, dopo i 200 in meno del 2020, ristorati per 160 milioni dallo Stato. Il bilancio sarà dunque prudente, pareggiando a 18 miliardi e abbiamo ridotto i tempi di pagamento ai fornitori".

Come tasse, riduzione Irap per la quota regionale per le aziende che faranno nuove assunzioni, mentre non pagherà il bollo per tre anni chi comprerà un'auto Euro6. Cancellata anche l'accise regionale sulla benzina (-2,6 centesimi al litro). "Non sono la panacea, ma vogliono essere un segnale", dice Tronzano.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium