/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | 27 gennaio 2021, 07:27

Geass, dai termoscanner alla conservazione dei vaccini: ecco le nuove sfide di una storia lunga 25 anni

Gedda: "L'attualità ci coinvolge in prima persona, ma la nostra attività spazia a 360 gradi, dalle bilance di precisione agli evaporatori rotanti"

Ultrafreezer Geass

Gli Ultrafreezeer commercializzati dalla Geass

Vendita, riparazione, manutenzione e taratura di strumenti di misura e apparecchiature scientifiche. Tutto questo, da oltre 25 anni, a Torino fa rima con Geass, centro specializzato in strumentazione di precisione da laboratorio e industriale che ha la sua sede in via Ambrosini 8/2. Un'attività a 360 gradi, che nel tempo ha permesso all'azienda di ottenere anche il sistema di Qualità Certificato ISO 9001 e che ha visto mettere in campo procedure rigorose dal punto di vista della formazione tecnica e metrologica, il continuo miglioramento delle procedure, dalla commercializzazione alla taratura e manutenzione degli strumenti. Tanto che, per le bilance di precisione, l'azienda può vantare anche la certificazione Accredia, riconosciuta a livello internazionale.

Ma anche Geass, così come tutto il resto del pianeta, in questi mesi ha dovuto fare i conti con la pandemia e il Covid. In questo caso, mettendo in campo tutto il suo know-how nel campo della termografia per dare risposte alle necessità della società (e delle aziende) di fronte a un nemico così subdolo e invisibile. "Fin dalla scorsa primavera - racconta  Guido Gedda, fondatore di Geass - abbiamo registrato una crescita importante nel settore dei termoscanner e dei termometri infrarossi". Rilevare la temperatura delle persone, infatti, era stata individuata come la prima (e la più immediata) modalità per identificare chi poteva essere affetto o meno dal Coronavirus.

Ma ora che è passato quasi un anno dall'esplosione della pandemia, il nuovo fronte su cui si combatte la battaglia contro il Covid è senza dubbio quello dei vaccini. Una sfida che, almeno per queste prime versioni, implica la necessità di conservare dosi e flaconi a temperature decisamente basse. Ecco perché - tra le tante applicazioni che possono trovare le strumentazioni realizzate da Geass -, ce ne sono alcune che si rivelano di strettissima attualità. Come gli ultracongelatori (o ultrafreezer) che offrono la possibilità di regolare la temperatura fino a – 86°C. Si tratta di apparecchiature dotate di un sistema di raffreddamento con compressore a doppio stadio, che permette di raggiungere e mantenere la temperatura di -80° C con estrema precisione e con una eccellente omogeneità, adatta quindi per la conservazione dei vaccini. "I ricercatori di tutto il mondo e le aziende farmaceutiche, stanno lavorando alacremente allo sviluppo del nuovo vaccino che dovrà essere distribuito il prima possibile in ogni angolo del mondo - dicono dall'azienda - e Geass, con i suoi prodotti, può offrire la soluzione ideale per la delicata conservazione e lo stoccaggio del vaccino".

E restando nel campo del freddo, un altro strumento prezioso per la protezione delle persone è il rilevatore di anidride carbonica. "Con l'utilizzo di ghiaccio secco in un ambiente chiuso - dice ancora Gedda - è fondamentale tenere sotto controllo la presenza di CO2 e, attraverso questo rilevatore, un potente allarme si attiva quando si raggiunge la soglia di pericolo".

Ma Geass non è solo questo. La sua attività, infatti, spazia a 360 gradi. "In questi quasi 27 anni di lavoro - spiega il fondatore dell'azienda - ci siamo occupati, e continuiamo a farlo, anche di bilance di precisione, di camere climatiche e di molti altri strumenti di misura e apparecchiature scientifiche da laboratorio".

Una, in particolare, ha un nome suggestivo: evaporatore rotante. Non un arma da robot dei manga giapponesi, ma un alleato prezioso quando si deve lavorare sui punti di ebollizione di determinate sostanze. "Si tratta di un pallone di vetro che, inserito in un liquido, attraverso una pompa da vuoto può abbassare la temperatura alla quale la sostanza va in ebollizione. Un metodo per distillare che viene utilizzato in ambito chimico / farmaceutico, alimentare, nella cosmesi, ma anche nella cucina di alcuni ristoranti Vip, visto che permette di far evaporare determinate sostanze senza intaccare le caratteristiche della materia prima".

Oggi Geass conta su 14 persone che lavorano al suo interno. Una realtà di medie dimensioni, ma con infrastrutture da grande azienda. "Siamo nati come un'azienda di assistenza tecnica - ricorda Gedda - e poi abbiamo ampliato i nostri orizzonti. Oggi abbiamo una grande storia, ma vantiamo anche una forte preparazione tecnica. Una expertise che entrerà anche nel nostro nuovo logo. Inoltre mettiamo a disposizione 6 persone per l'assistenza tecnica: un modo per stare al fianco dei nostri clienti per tutto il ciclo di vita della strumentazione che acquistano da noi".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium