/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | 10 febbraio 2021, 07:12

Il commercio tradizionale di Torino cambia pelle: arriva la "televendita" sul cellulare del cliente

Ascom si allea con la start up Shopcall: per fare acquisti basta una videochiamata. Carpignano: "Creiamo nuovi sbocchi per una categoria molto colpita dalla pandemia e dalla concorrenza dei colossi online"

Uomo con uno smartphone in mano

Cambia il modo di fare acquisti anche nei negozi tradizionali

La sfida all'e-commerce (e ai colossi del settore) offre un nuovo strumento ai negozi tradizionali: la "televendita". Non quella che tutti conoscono legata agli imbonitori in tv, ma proprio quella che si potrà realizzare tra esercente e cliente tramite una semplice videochiamata da smartphone. Ascom Confcommercio di Torino e provincia ha infatti siglato un accordo con la start up Shopcall che ha ideato una soluzione tecnologica in grado di mettere insieme tradizione e innovazione.

Il meccanismo è semplice: grazie ad una videochiamata sarà possibile digitalizzare la vetrina del negozio e vendere online. ShopCall garantisce videochiamate in altissima definizione per rendere un servizio all'altezza per ogni contatto dopodiché - essendo progettato per la vendita -, il processo di acquisto inizia e si conclude in videochiamata, proprio come accadrebbe in negozio. In pratica con ShopCall il cliente può videochiamare in negozio, farsi aiutare nello shopping dal negoziante di fiducia, scegliere i prodotti di cui ha bisogno e acquistarli direttamente online.  Oppure, può semplicemente mettersi in contatto con il commerciante per scoprire le novità e gli ultimi arrivi, fare qualche domanda, e decidere di passare fisicamente in negozio per acquistare, ritirare e salutare. Ma senza stazionare a lungo, per non sentirsi troppo esposto e vulnerabile. 

ShopCall migliora di molto l’esperienza di shopping online e la rende più umana: grazie alla videochiamata, i clienti entrano virtualmente in negozio, si sentono serviti dal rivenditore e consigliati, proprio come se fossero in negozio. Il tutto senza muoversi da casa, semplicemente cliccando su un link o inquadrando un QR code che il negoziante potrà condividere attraverso i propri canali di comunicazione, siano essi digitali o fisici.

Le chiusure forzate delle attività commerciali, a causa dell’emergenza sanitaria e la concorrenza delle piattaforme e-commerce hanno dato un colpo pesantissimo al commercio di vicinato e a quello tradizionale. Con una serie di servizi e progetti concreti la nostra Associazione è al fianco delle categorie più colpite” – dichiara il direttore Carlo Alberto Carpignano -. Per fare questo servono strumenti sempre più innovativi e digitali. ShopCall è una novità assoluta a livello nazionale e il nostro accordo permetterà alle imprese nuovi sbocchi commerciali”.

Mettendo in contatto acquirente e venditore attraverso una videochiamata, ShopCall aiuta a mantenere vive le abitudini dei clienti e rende il negoziante nuovamente protagonista dell’esperienza d’acquisto, rivestendo gli acquisti online di normalità e tradizione”, sottolinea Roberto Murgia, amministratore delegato e fondatore di ShopCall.  “Lo shopping del futuro sarà digitale, ma dal volto umano. Innovativo, ma dalla qualità tradizionale. Remoto, ma più vicino”.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium