/ Scuola e formazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e formazione | 07 giugno 2021, 19:15

Si chiude l'anno scolastico, l'invito del prefetto a evitare feste e assembramenti. Si tornerà in aula il 13 settembre

Conclusione prevista l'8 giugno 2022 (il 30 giugno per le scuole dell'infanzia), con 205 giorni di lezioni previsti. Con l'introduzione della “clausola di flessibilità” le vacanze di Carnevale potranno saltare, se ci saranno state chiusure prolungate dovute a nuove ondate del Covid

studenti - foto di repertorio

Si chiude l'anno scolastico, l'invito del prefetto a evitare feste e assembramenti. Si tornerà in aula il 13 settembre

Si conclude questa settimana un anno scolastico tormentato e condizionato dal Covid, ma intanto la Regione Piemonte ha approvato il calendario del prossimo, che inizierà lunedì 13 settembre, muovendosi sulla base di nuovi criteri a validità triennale. Stabiliti i periodi di festività natalizie, carnevalesche e pasquali, oltre a un «ponte» in occasione dell’Epifania. In seguito al confronto tra Regione Piemonte e Conferenza Permanente per il Diritto allo Studio e la Libera Scelta Educativa.

205 giorni di lezione per il 2021/2022

La Giunta Regionale ha approvato la delibera che definisce i criteri per la determinazione del calendario scolastico validi per il triennio 2021-2024, per garantire alle istituzioni scolastiche tempi adeguati per una programmazione e un’organizzazione efficaci dell’attività didattica.

Contestualmente è stato fissato il calendario scolastico relativo al 2021-2022: le lezioni nella scuola primaria e nella scuola secondaria di primo e di secondo grado si svolgeranno da lunedì 13 settembre 2021 a mercoledì 8 giugno 2022, per un totale di 205 giorni; stessa data di inizio per la scuola dell’infanzia, che terminerà l’anno giovedì 30 giugno, per un totale di 186 giornate. I giorni di attività didattica si ridurranno rispettivamente a 204 e a 185, nel caso in cui la ricorrenza del Santo Patrono coincida con un giorno nel quale siano previste lezioni.

In caso di boom dei contagi e chiusure, niente vacanze di Carnevale

La novità di quest’anno e solo per l’anno scolastico 2021/2022 – ha spiegato l’assessore all’istruzione Elena Chiorino – è l’inserimento della “clausola di flessibilità” legata alle vacanze di carnevale così come stabilito in sede di Conferenza per il diritto allo studio e la libera scelta educativa in data 18 maggio 2021: con questo “step” - ha aggiunto l’assessore -  si introduce una clausola di salvaguardia delle lezioni in caso di aumento dei contagi ed eventuale adozione di provvedimenti di chiusura prolungata delle scuole. Solo in questo caso, le vacanze di carnevale potranno essere soppresse in tutto o in parte previa adozione di idoneo provvedimento entro il 10 gennaio 2022”.

Definiti tutti i giorni di vacanza

Definiti anche i periodi di vacanza e un «ponte» per la festa dell’Epifania: le tradizionali vacanze di Natale sono state stabilite nel periodo che va da venerdì 24 dicembre a venerdì 7 gennaio compresi, con ritorno in aula lunedì 10 gennaio. Non mancherà la possibilità di godere di un breve periodo di riposo a Carnevale, con l’astensione dalle lezioni da sabato 26 febbraio a martedì 1° marzo (Se non ci saranno state chiusure prolungate).  Le vacanze di Pasqua «cadranno» invece da giovedì 14 a martedì 19 aprile. Dopo la sosta pasquale non sono previste altre pause e le lezioni proseguiranno regolarmente fino all’8 giugno (ad esclusione della Festività del 25 aprile e del 2 giugno), data dell'ultima campanella per gli studenti dalla scuola primaria in su.

L'appello del Prefetto: niente feste di fine anno per evitare assembramenti

 

Intanto, con una lettera del prefetto di Torino Claudio Palomba, condivisa dall'assessorato ai Trasporti della Regione, dal Comune di Torino e dalla Città metropolitana, oltre all'ufficio scolastico regionale, alla Motorizzazione e all'agenzia piemontese per la mobilità, viene fatto un invito agli studenti, chiedendo prudenza e attenzione per le consuete feste di fine anno scolastico: "Oggi comincia l’ultima settimana di questo particolare anno. Tradizionalmente, questa è la settimana in cui si organizzano feste, cene di classe e ulteriori occasioni di convivialità per festeggiare la fine della scuola, l’arrivo delle vacanze estive e salutare i compagni con un arrivederci a settembre.  In questo anno così particolare, la voglia di incontrarsi e di festeggiare è ancor più avvertita che in passato, ma tutti noi non possiamo ancora abbassare la guardia e non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo prioritario, che è quello della completa scomparsa del Covid e del conseguente totale ritorno a quella normalità che da un anno è mezzo ci è preclusa".

"Per questo, le Istituzioni e gli Enti che hanno partecipato ai lavori del “Tavolo di coordinamento Scuola – Trasporti”, attivato nell’inverno scorso al fine di assicurare il rientro in presenza degli studenti delle scuole in condizioni di sicurezza, rivolgono un caloroso invito a tutti gli studenti e alle loro famiglie perché, pur nel comprensibile desiderio di festeggiare, si evitino accuratamente occasioni di assembramento e, più in generale, qualsiasi comportamento rischioso sotto il profilo della prevenzione sanitaria. 

Perché questo ultimo passo verso la vittoria si compia, non dobbiamo pregiudicare tutti gli sforzi profusi sino ad ora ma lasciare prevalere ancora una volta il senso di responsabilità e il rispetto per gli altri e per noi stessi", conclude l'appello.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium