/ Politica

Politica | 13 febbraio 2024, 11:24

Sviluppo e coesione: dalla Regione arrivano 35 milioni di euro per 160 Comuni della provincia di Torino

Complessivamente sono 105 i milioni che riguareranno 805 milioni in tutto il Piemonte. Cirio: "Sanità, mobilità, isruzione e ambiente: cerchiamo di dare risposte concrete"

grattacielo della Regione

Nuovi fondi dalla Regione per molti comuni dell'area torinese

Sono 160 i Comuni della provincia di Torino che riceveranno dalla Regione fondi per 35 milioni di euro per progetti di sviluppo e coesione del territorio. In particolare, si tratta di 72 Comuni dell’Area Canavese, finanziata complessivamente con 8,6 milioni, 27 dell’Area Orco e Soana, finanziata complessivamente con 3,9 milioni, 19 dell’Area Pianura torinese, finanziata complessivamente con 3,8 milioni, 19 dell’Area Val di Susa, finanziata complessivamente con 2,7 milioni, 15 dell’Area Valli Chisone e Germanasca, finanziata complessivamente con 1,9 milioni, 6 dell’Area Monferrato casalese e Terre di Po, finanziata complessivamente con 7,4 milioni e 2 dell’Area Borghi delle Vie d’Acqua, finanziata complessivamente con 7 milioni.

Complessivamente sono stati stanziati dalla Regione 105 milioni di euro a favore di 805 Comuni in tutto il Piemonte, tramite il Fondo di sviluppo e coesione 2021-2027, nell’ambito dell’accordo per la crescita territoriale firmato nello scorso dicembre dal presidente del Consiglio dei ministri, Giorgia Meloni, e dal presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.

"Mettiamo in campo 105 milioni di euro per consentire a oltre 800 amministrazioni comunali di realizzare una serie di interventi strategici attesi da tempo. In questo modo diamo risposte concrete ed efficaci alle richieste dei cittadini su bisogni crescenti di sanità, mobilità, istruzione, ambiente e competitività - puntualizza il presidente Cirio -. Fin dal primo giorno di mandato abbiamo concentrato la nostra programmazione sulle necessità di ogni singola amministrazione locale, con 65 milioni già distribuiti a più di 150 Comuni delle aree interne e 130 milioni assegnati a oltre 200 Comuni con il programma regionale Fesr. E adesso aggiungiamo questa nuova misura che produrrà sviluppo diffuso e partecipato in 24 aree omogenee del Piemonte".

"Grazie a queste risorse - aggiunge il presidente - tutte le province piemontesi avranno ricadute positive in termini di sostegno alle grandi sfide per quanto riguarda lo sviluppo sostenibile, l’innovazione e il welfare. Il Fondo sviluppo e coesione, se da un lato rappresenta una significativa fonte di finanziamento, dall’altro è un’opportunità concreta di lavorare in sinergia come aggregazioni territoriali a beneficio dello sviluppo locale di aree vaste del nostro Piemonte".

"Lavorare su temi tra gli altri come digitalizzazione, competitività, energia, riqualificazione urbana significa progettare il futuro del nostro territorio, risorse che possono veramente cambiare le prospettive di sviluppo", aggiunge l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Andrea Tronzano.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium