/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 12 febbraio 2021, 16:54

Governo e recovery fund, Cirio: "E' il momento di dialogare, firmerei per ottenere 13 miliardi"

Il governatore: "Siamo di fronte a una lista della spesa che si deve concordare, non come è successo con il nucleare"

Alberto Cirio con mascherina

Alberto Cirio pronto a confrontarsi con il Governo di Mario Draghi sul recovery fund

"Mi dessero 13 miliardi firmerei adesso". Così Alberto Cirio, governatore del Piemonte, commenta le prossime mosse e i prossimi temi di discussione che saranno sul tavolo una volta che il premier incaricato, Mario Draghi, assumerà concretamente il ruolo di presidente del Consiglio. Su tutti, il Recovery fund.

"Ho già avuto modo di confrontarmi con il presidente Berlusconi - spiega Cirio - e le nostre priorità sono già chiare. Però la lista della spesa si concorda, bisogna confrontarsi, non come è successo con le scorie nucleari: una notizia che è arrivata di notte e che abbiamo dovuto leggere il giorno dopo sui giornali".

E quando anche saranno stabiliti i criteri e le suddivisioni delle risorse in arrivo dall'Europa, servirà un passo successivo: "Servono regole straordinarie, anche per poterli spendere - conclude il governatore del Piemonte -. Abbiamo già molte idee, ma avremo un occhio di riguardo particolare per terminare le opere incomplete: infrastrutture, palazzetti e molto altro ancora. Abbiamo tante situazioni di questo genere, in giro per la nostra regione. Le cose che iniziano si devono finire".

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium