/ Attualità

Attualità | 11 ottobre 2021, 21:33

Grande successo e partecipazione alla Mandrialonga 2021

25 chilometri percorsi camminando tra le bellezze architettoniche della Reggia di Venaria e il parco della Mandria

mandrialonga 2021

Grande successo e partecipazione alla Mandrialonga 2021

Ieri, domenica 10 ottobre, si è svolta la Mandrialonga 2021. Nel titolo un richiamo diretto alla Marcialonga, appuntamento diventato da anni un classico per gli amanti dello sci di fondo. Ma qui non parliamo del Nord Est dell'Italia, ma di Venaria.

25 chilometri percorsi camminando con i propri ritmi, senza assilli né ambizioni prestative, nelle bellezze architettoniche della Reggia e di quella naturalistiche del parco della Mandria, con passaggi in luoghi esclusivi, aperti al pubblico appositamente per l’occasione come la spettacolare ex pista di collaudo Fiat posta nel riserbo più assoluto che ospitò le leggendarie auto da rally dei successi italiani o la pista d’atterraggio del sol distaccamento nel nord-ovest di elicotteri dell’Esercito a Venaria (percorso alternativo per gli umani accompagnati da pelosi), l’attraversamento di pochi centri abitati come Fiano e Monasterolo con un servizio d’ordine paragonabile al Giro d’Italia e conclusione al mitico Ponte del diavolo di Lanzo Torinese, il più conosciuto in assoluto, dove gli Alpini hanno saputo distribuire qualcosa come 1.500 polente a tutti i partecipanti (oltre a un più che delizioso dolce al cioccolato, il bacio del diavolo, battezzato nell’occasione). 

Questa la notevole cifra raggiunta di iscritti, ma che avrebbe potuto essere ben maggiore date le innumerevoli richieste giunte dopo la chiusura anticipata delle stesse per garantire a tutti i servizi necessari. Un numero inaspettato dato il trend che, fino a poche settimane prima, per eventi del genere si riduceva drasticamente. 

Una camminata assai lunga, dato che la maggior parte dei partecipanti non possedeva una preparazione specifica, e forse questa è la chiave del successo, il presentarsi come un’impresa epica personale, superare i limiti individuali, andare oltre in compagnia di amici o facendo nuove conoscenze che si cementeranno. 

Nei volti si leggeva grande serenità e soddisfazione. Emblematica la fila che si rigenerava in continuazione di persone in attesa di farsi personalizzare il diploma da parte di una bravissima calligrafa (per lei notevoli crampi alle mani). L’immagine che, forse più di tutte, ha dato la misura del piacere di essersi trovati in tanti a camminare nel verde, col compiacimento d’avercela fatta. 

Questa è stata “MANDRIALOOONGA” di domenica 11 ottobre che dalla stessa sera al lunedì è proseguita sui social,una seconda “maratona” con innumerevoli commenti e migliaia e migliaia di immagini. 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium