/ Sanità

Sanità | 29 novembre 2022, 15:45

Vaccini antinfluenzali, Magliano: "Scarseggiano". Icardi replica: "Possiamo contare su 1,3 milioni di dosi"

L'assessore alla Sanità esclude problemi di forniture: "Il fabbisogno del Piemonte è di poco superiore al milione, noi abbiamo più vaccini"

vaccino - foto d'archivio

Vaccini antinfluenzali, Magliano: "Scarseggiano". Icardi replica: "1,3 milioni di dosi"

E' corsa al vaccino antifluenzale. Sono già 700.000 i cittadini piemontesi che hanno scelto di vaccinarsi e ripararsi dall'influenza, temendo una recrudescenza nell'imminente inverno.

 

I dubbi di Magliano

Chi invece si è mostrato preoccupato per la scarsità di dosi disponibili è Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati in Consigli regionale: "C'è un problema che molti medici di famiglia stanno denunciando: per soddisfare le richieste dei propri assistiti, avendo esaurito i vaccini a disposizione, hanno provato a ordinare nuove dosi: senza successo. Un campanello d'allarme da non ignorare, dal momento che la questione è delicata".L'influenza - tra le prime dieci cause di morte in Italia - coinvolge ogni anno tra 4 e 12 italiani su cento. Gli esperti si aspettano, per i prossimi mesi, un virus particolarmente aggressivo, che colpirà una popolazione meno immunizzata dopo due anni durante i quali il virus influenzale si è manifestato in maniera meno diffusa del passato. Da qui la preoccupazione di Magliano: "Dal momento che anche per questa stagione è attesa una co-circolazione di virus influenzali e Covid, una copertura vaccinale diffusa può aiutare il Sistema Sanitario a distinguere meglio i casi sospetti Covid-19 e pazienti affetti da influenza, semplificando la diagnosi e la gestione degli accessi ai Pronto Soccorso ed evitando un sovraccarico di pazienti negli ospedali".

 

La replica di Icardi

La situazione non preoccupa invece l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi: "Le forniture sono ampiamente sufficienti, ci siamo aggiudicati 1.100.000 vaccini con una gara che può essere incrementata del 20%: avremo così 1.300.000 dosi di vaccino a disposizione".

"In Piemonte non siamo mai andati poco oltre il milione di dosi somministrate, la gara copre le necessità anche in caso di incremento. E il fatto che medici di base e farmacisti possano vaccinare diversifica e amplifica la nostra offerta" ha concluso Icardi.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium