/ Attualità

Attualità | 27 agosto 2023, 16:14

Il maltempo preoccupa il Piemonte e Torino: l’allerta diventa arancione, lunedì previste forti piogge

Il Governatore Cirio ai cittadini: “L’attenzione resta massima e ricordiamo a tutti prudenza”

Il maltempo preoccupa il Piemonte e Torino: l’allerta diventa arancione, lunedì previste forti piogge

Il maltempo preoccupa il Piemonte e Torino: l’allerta diventa arancione, lunedì previste forti piogge

Dopo una settimana di caldo, il maltempo è arrivato in Piemonte, che si prepara a passare da un'allerta gialla ad arancione: il passaggio di impulsi perturbati, determinati dall’ingresso di una saccatura atlantica nel Mediterraneo centrale, ha portato temporali intensi dal pomeriggio di ieri fino alla mattinata odierna, accompagnati da forti venti, facendo registrare precipitazioni su tutta la regione.

Previsioni

Nel pomeriggio odierno la saccatura andrà spostandosi progressivamente verso la nostra regione, determinando la graduale formazione di un minimo depressionario al suolo sul Golfo Ligure tra la serata odierna e la mattinata di domani, che porterà un nuovo passaggio perturbato sul Piemonte, con piogge moderate o forti diffuse, anche a carattere temporalesco.

I picchi di precipitazione più intesi sono attesi sulla parte nordorientale al confine con Lombardia e Svizzera e su quella meridionale per lo sconfinamento dei temporali dalla Liguria; i fenomeni localmente più intensi proseguiranno nella notte, interessando anche il Cuneese e Torinese. Dal pomeriggio di domani le piogge andranno gradualmente ad attenuarsi, interessando comunque ancora tutta la regione con valori moderati. 

Sulla base delle previsioni meteorologiche, sono attesi graduali innalzamenti dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua dei reticoli principale e secondario a partire dalla giornata di domani. Per la giornata odierna, sono possibili locali allagamenti in corrispondenza degli scrosci più intensi che possono interessare i bacini dei piccoli tributari.

Gli scenari previsti per l’innesco di fenomeni di versante contemplano inneschi isolati di frana per le porzioni collinari e pedemontane della regione a partire dalla giornata odierna. E’ previsto un aumento della criticità per la giornata di domani, con l’estensione delle aree alpine interessate e un possibile incremento nel numero di fenomeni attesi, in particolare per pianure e cuneese

L’allerta diventa arancione 

Visti i fenomeni attesi, il Centro Funzionale di Arpa Piemonte ha emesso, per la giornata odierna,  un’allerta gialla per rischio idrogeologico su tutte le aree di allerta della regione, con l’indicazione di rischio idrogeologico per temporali sui settori occidentali, meridionali e sulle pianure.

Data l’intensificazione dei fenomeni nella giornata di domani l’allerta per rischio idrogeologico diventa arancione  sulle pianure e bacini di Bormida, Belbo e Orba con possibili allagamenti e attivazione di fenomeni di versante.“L’attenzione resta massima e ricordiamo a tutti prudenza” è il commento di Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte.

 

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium