/ Attualità

Attualità | 01 aprile 2024, 18:15

Dall'Egizio al Museo del Cinema a quello dell'Automobile, Torino festeggia una Pasqua da record per la cultura

Oltre 20 mila visitatori all'Egizio, 16.500 al Museo del Cinema, 22 mila alla Venaria Reale, 10 mila al Mauto

Torino festeggia una Pasqua da record per la cultura

Torino festeggia una Pasqua da record per la cultura

Il lungo ponte di Pasqua, malgrado sia condizionato (soprattutto nella giornata di sabato) da pioggia e maltempo ha fatto registrare numeri da record per la cultura e i luoghi d'arte di Torino, confermando la nuova vocazione turistica di una città che in passato era nota al grande pubblico soprattutto per la Fiat e la grande industria.

Oltre 20 mila visitatori per l'Egizio

Sono stati 20.710 i visitatori del Museo Egizio nei giorni delle festività pasquali, da venerdì 29 marzo a lunedì 1° aprile 2024.  Sono stati registrati quasi 2mila visitatori in più rispetto alle festività pasquali dell’anno scorso, quando il Museo fu visitato da 18.761persone (tra il 7 e il 10  aprile 2023).

Venerdì 29 e domenica 31 marzo 2024 sono state le giornate in cui l’Egizio ha registrato il maggior numero di visitatori: con 5.316persone venerdì 29 e 5.420 la domenica di Pasqua. Per poter accogliere tutte le richieste di prenotazione pervenute al Museo, è stato esteso l’orario di apertura fino alle ore 20 (in luogo della chiusura prevista in genere alle 18.30) nei giorni tra il Venerdì Santo e Pasqua.

Nuovo record per il Museo del Cinema

Sono ben 16.500 le persone - 1.500 in più rispetto allo scorso anno - che hanno visitato il Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana da venerdì 29 marzo a oggi 1 aprile, giorno di Pasquetta. Numeri record confermati dalla biglietteria online sold-out da più di un mese, tant’è che si è reso necessario allungare l’orario di apertura per soddisfare le numerose e incessanti richieste. E, nonostante la pioggia battente degli ultimi giorni, si sono formate dalle lunghe code fuori della Mole per acquistare gli ultimi biglietti rimasti, con tempi di attesa superiori alle 3 ore.

Marzo si è inoltre confermato il mese che ha avuto più visitatori al Museo Nazionale del Cinema dalla sua apertura, con la cifra record di oltre 93.000 presenze, polverizzando il precedente record di 92.000 dell’aprile 2017.

“Sono numeri ottimi, strabilianti, ottenuti grazie alla mostra di Tim Burton e alle iniziative incentivanti che il Museo Nazionale del Cinema sta portando avanti con una politica museale attenta e ad ampio raggio – sottolinea Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema - Siamo particolarmente orgogliosi della risposta del pubblico, ancora una volta il vero protagonista di questo successo: il record assoluto di marzo 2024, con oltre 93.000 presenze, non fa altro che confermare il trend positivo del 2023, anno in cui il museo ha avuto ben 755.000 visitatori, altro record assoluto dalla sua apertura”.

Per Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema, "è andata oltre le nostre migliori aspettative: per la prima volta sono i figli a chiedere ai genitori di portarli al museo a vedere la mostra, quando quasi sempre capita il contrario. È un messaggio bellissimo che ci rende tutti soddisfatti e ci motiva a continuare in questa direzione”.

Venaria Reale a quota 22 mila

Nella giornata odierna, lunedì 1° aprile giorno di Pasquetta, La Venaria Reale ha registrato il maggior afflusso di visitatori paganti del Ponte di Pasqua 2024: 12.150.

In totale, da venerdì 29 marzo a lunedì 1° aprile, sono stati 22.329 i turisti tra Reggia, Giardini, mostra in corso e Castello della Mandria. Nello specifico, la mostra "Capodimonte da Reggia a Museo. Cinque secoli di capolavori da Masaccio a Andy Warhol", appena inaugurata alle Sale delle Arti, è stata vista da 8.182 visitatori con la Reggia.

Molto soddisfatti Michele Briamonte e Guido Curto, Presidente e Direttore
Generale del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, che dichiarano: "Il Ponte di Pasqua ha premiato l'offerta culturale della Venaria Reale con un notevole numero di visitatori e turisti provenienti anche dall'estero. Numeri davvero eccezionali, tenendo conto delle condizioni atmosferiche poco ideali fino a Pasqua per la visita dei nostri Giardini. Guardiamo con fiducia ai prossimi prestigiosi appuntamenti che vedono la Reggia restare protagonista per manifestazioni ed eventi ospitati, ad incominciare dalla grande partenza del Giro d'Italia del prossimo 4 maggio".

Quasi in 10 mila al Mauto

Durante le festività di Pasqua da venerdì 29 marzo a lunedì 1° aprile i visitatori al MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile sono stati quasi 10 mila, circa il 20% in più rispetto all’affluenza dello scorso anno con 8.100 ingressi.

Un buon risultato ottenuto sia grazie alle attività che il Museo ha organizzato in questi giorni, come le visite guidate, le attività dedicate alle famiglie e l’iniziativa promozionale legata al simulatore di guida, sia grazie al richiamo delle due mostre in corso, che termineranno domenica 7 aprile: Drive Different. Dall’Austerity alla mobilità del futuro” - cinquant’anni di politiche sulla mobilità, di ricerca tecnologica sui  motori, di progettazione delle nuove aree urbane, di innovazione nel trasporto pubblico e di invenzioni futuristiche - e “Pagani. 25 anni di cuore, mani e passione”, che ripercorre l’avventura imprenditoriale di Horacio Pagani, iniziata negli anni Sessanta in Argentina e proseguita nel cuore della Motor Valley italiana.

In più di 15 mila ai Musei Reali

Sono 15.400 le persone che hanno visitato, tra venerdì 29 marzo e lunedì 1° aprile, le collezioni permanenti e le mostre in corso alla GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, al MAO Museo d’Arte Orientale e a Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica.

Triplicati i numeri rispetto allo scorso anno, anche grazie al grande successo delle mostre Hayez. L’officina del pittore romantico alla GAM, in chiusura nel weekend di Pasqua, di Liberty. Torino capitale a Palazzo Madama e Tradu/izioni dall’Asia al MAO. In particolare, sono stati 7.037 i visitatori della GAM1.861 quelli del MAO e 6.440 quelli di Palazzo Madama.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium