/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 27 luglio 2021, 12:17

Turismo, la proposta di Bongioanni: “Nella variazione di bilancio le risorse per avviare viaggi studio” [VIDEO]

Il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte: “A fianco di quelli, programmare per la primavera e per l’estate 2022, eventi che portino visibilità mediatica, passaparola e presenza turistiche”

Paolo Bongioanni, capogruppo Fdi Piemonte

Paolo Bongioanni, capogruppo Fdi Piemonte

Il turismo come motore della ripartenza del Piemonte. Mentre è in corso l’estate e le località turistiche della regione si riempiono dopo un grande periodo di sofferenza, il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte Paolo Bongioanni guarda al futuro: “Voglio che vengano destinate risorse per avviare i viaggi studio e per programmare per il 2022, eventi che portino visibilità mediatica, passaparola e presenza turistiche”.

Stiamo finalmente vedendo la luce in fondo al tunnel della pandemia. Abbiamo preoccupazioni rispetto a queste varianti e speriamo non ci facciano tornare indietro, ma dobbiamo pensare al turismo. Si tratta di una delle attività maggiormente penalizzate insieme ai settori dello sport e dell’intrattenimento” commenta Bongioanni.

Oggi - prosegue il consigliere regionale di Fdi - vediamo una ripresa nelle nostre vallate. Auspichiamo una ripresa importante in autunno grazie all’enogastronomia ed agli eventi ad essa collegati, e soprattutto non possiamo più permetterci un altro inverno senza sci: il turismo bianco genera 1 miliardo di euro di indotto sulla montagna piemontese, dobbiamo recuperare fette di mercato perse in un anno e mezzo di pandemia”.

 

 Ed è già guardando all’inverno e all’anno che verrà che Bongioanni rivolge le sue attenzioni: “Il Piemonte deve attrezzarsi, attraverso le sue ATL, consorzi operatori turistici e Dmo regionale: bisogna formulare un piano di comunicazione importante nell’orizzonte che va tra i 150 e i 1.500 km da casa nostra, perché saranno i primi fruitori nell’immediato dell’offerta turistica del nostro territorio”. “Servirà poi lavorare con il mondo dei tour-operator, con cui bisogna riallacciare rapporti interrotti: dobbiamo lavorare sui viaggi studio, per la ripresa a fine 22 del turismo d'oltreoceano” prosegue il capogruppo di Fdi. 

Da qui la proposta che verrà presentata nella variazione di bilancio che il Consiglio regionale dovrà deliberare quest’autunno, a fine settembre : “Chiederò di destinare una fetta di risorse agli Enti del Turismo per avviare viaggi studio a tappeto, sui mercati più sensibili alla variegata offerta del territorio piemontese, che spazia dalla montagna estiva ed invernale con l'offerta Outdoor, alle città d'arte, al percorso delle regge dei Savoia, all' enogastronomia, al turismo delle colline, al turismo dei Laghi”. “A fianco di quelli poi, di programmare per la primavera e per l’estate 2022, eventi che portino visibilità mediatica, passaparola e presenza turistiche fisiche immediate. Non è necessario investire su grandi eventi che che sicuramente servono anche ma a fianco di questi , si possono fare una piccola serie di proposte di eventi nazionali, o internazionali minori, perché le persone vengano a visitare e a scoprire il Piemonte, portando su un palcoscenico internazionale, il racconto di emozioni e di panorami vissuti attraverso il passaparola che ricordiamo è una delle prime forme di marketing” racconta Bongioanni.  

Di certo, la proposta per la ripartenza del settore turistico e sportivo del prossimo anno passerà anche dagli uffici della sede del gruppo di Fratelli d’Italia, dove si pensa già alle prossime stagioni.

Comunicazione Politica

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium