/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 27 gennaio 2024, 11:45

Exica chiude il 2023 in positivo, la chiave: qualità e versatilità dell’offerta

L’azienda di Grugliasco di frutta secca e disidratata e legumi si conferma in crescita rispetto al 2022 nonostante le instabilità del mercato e registra il successo nella vendita delle noci ucraine.

Da sinistra Emanuele Rovetta, Responsabile Commerciale di Exica, Vittorio Rovetta, AD dell'azienda, e Edoardo Rovetta, Managing Director.

Da sinistra Emanuele Rovetta, Responsabile Commerciale di Exica, Vittorio Rovetta, AD dell'azienda, e Edoardo Rovetta, Managing Director.

L’azienda di Grugliasco di frutta secca e disidratata e legumi si conferma in crescita rispetto al 2022 nonostante le instabilità del mercato e registra il successo nella vendita delle noci ucraine. 

Si conferma la crescita di Exica, azienda piemontese leader in Italia nel settore ortofrutticolo e attiva da oltre un secolo nel campo dell’importazione, trasformazione e commercializzazione di frutta secca, legumi e frutta disidratata.

Orgogliosamente piemontese, l’azienda ha chiuso il 2023 in positivo con un fatturato che si attesta intorno ai 14 milioni di euro, nonostante le instabilità geopolitiche e climatiche e le relative ripercussioni sul mercato. «La stagione invernale è andata bene afferma Edoardo Rovetta, Managing Director di Exica e quinta generazione in azienda – nonostante tutte le incertezze di mercato. La guerra in Medioriente non ha sicuramente aiutato, visto che siamo grandi importatori di datteri sia dalla Palestina che da Israele. Ma il mercato è in forte fermento, anche dovuto alla stagionalità del prodotto, e la crescente awareness sulle proprietà della frutta secca sta spingendo i consumi verso l’alto».
 

Negli ultimi anni la produzione dell’azienda si è diversificata investendo su prodotti finalizzati al consumo come snack, tra cui chips di verdura e frutta secca speziata. Grande versatilità si riscontra anche nella differenziazione dei canali di vendita, con due sedi operative e due punti vendita al dettaglio, un e-commerce e un bistrot all’attivo tra Pinerolo e Torino.

Nel corso del 2023 sono state le noci ucraine, importate per il primo anno dall’azienda, ad ottenere un’accoglienza particolarmente calorosa sul mercato italiano. «Una grande sorpresa» continua Rovetta «ma anche motivo di orgoglio personale, vista la situazione del paese vessato dalla guerra. Siamo molto contenti di poter aiutare in maniera concreta un paese in difficoltà».

EXICA

Exica, con sede a Grugliasco (TO), è un brand torinese nato nei primi anni del Novecento e leader nel settore ortofrutticolo, attivo nel campo dell’importazione, trasformazione e commercializzazione di frutta secca, legumi e frutta disidratata. Si tratta di un’azienda storica del settore, fortemente radicata nel territorio piemontese e orgogliosamente a conduzione familiare; ma allo stesso tempo, impegnata in un radicale processo di innovazione e trasformazione.


 

 

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium