/ Politica

Politica | 04 ottobre 2021, 17:31

I "piccoli" Comuni al voto: ecco i sindaci eletti in provincia di Torino, preferenza dopo preferenza

Da Borgomasino a Frassinetto, i centri più piccoli scelgono il primo cittadino. Trofarello sul filo di lana, gli ultimi risultati arrivano da Pianezza. Sconfitto Osvaldo Napoli a Mompantero. C'è anche chi ha preso un solo voto

timbro sulle schede elettorali

Al voto tanti piccoli Comuni della provincia di Torino

Sono considerati gli "altri". Ma rappresentano una delle fette più importanti della provincia di Torino che tra ieri e oggi si è recata alle urne per scegliere il nuovo sindaco. Ecco l'esito delle urne di tutti i Comuni più piccoli intorno al capoluogo.

In ordine rigorosamente alfabetico, Albiano d'Ivrea (1.791 abitanti) celebra la conferma a Palazzo civico di Venerina Tezzon, sostenuta dalla lista "Futuro Insieme" e in grado di raccogliere 460 voti (52,21%) rispetto ai 421 di Diego Roffino.

Baldissero Torinese (3.783 abitanti) vede Piero Cordero come nuovo sindaco: lo hanno scelto il 36,5% dei votanti, davanti a Patrizia Scaglia (Baldissero Futura), Paola Chiesa (Per Baldissero) e Vanessa Elena Cerutti (Vivere Baldissero).

Bardonecchia (3.212 abitanti) ha scelto Chiara Rossetti per raccogliere il testimone di Francesco Avato. La lista a suo sostegno è "Bardonecchia sempre" e ha raccolto il 62,36% contro il 37,64% di Roberto Borgis (Bardonecchia in vetta).

Bollengo (2.112 abitanti) ha il suo sindaco ancora una volta in Luigi Sergio Ricca, unico candidato con "Vivere Bollengo" e il 100% dei voti, con quorum oltre il 54%.

A Borgomasino (835 abitanti) la nuova sindaca è Antonella Giovanna Pasquale, candidata dalla lista "Per BorgoMasino". Per lei, il 45.58% delle preferenze, davanti al 42,63% di Andrea Alberto Forchino e l'11,79% di Salvatore Veneto.

Brosso (460 abitanti) premia Anna Serafina Vigliermo Brusso con la lista Caro Brosso e l'88,32% dei voti. Ha battuto Barbara Bertinetti (Uniti per Brosso) e Vincenzo Maggiano (L'altra Italia) che ha ottenuto un solo voto.

Brusasco (1.726 abitanti) ha eletto come successore di Luciana Trombadore Giulio Bosso (Progettiamo per crescere) con il 52% dei voti, davanti ad Anna Giuseppina Marolo (Per Brusasco e Marcorengo), ferma al 48.

Bruzolo (1.545 abitanti) accoglie come sindaco Roberto Barbon, Vivere Bruzolo, che ha raccolto il 57,57% mentre Mario Larotonda (Per Bruzolo) si ferma al 42,43.  

Cambiano (6.215) conferma Carlo Vergnano (Cambiano Insieme) con il 57,26% dei voti, davanti ad Alberto Benna (Il centro per Cambiano) ferma al 42,74%.

Caravino vede, con i suoi 995 abitanti, il nuovo sindaco in Adriano Siletti, sostenuto da "Per Caravino e Masino", con il 52,37% dei voti, davanti a Maurizio Corazza (47,63%) con Cambiamento per Caravino e Masino. 

Carignano (9.156 abitanti) conferma Giorgio Albertino (Insieme per Carignano) sindaco con il 54,03% mentre Roberto Falciola (La città che cresce) ne ha raccolti il 45,97%.

Ceres (1.056 abitanti) aveva solo il sindaco uscente Davide Eboli come candidato per la lista Vecchio Campanile. Lo hanno scelto la totalità dei voti validi sui 74,45% degli aventi diritto.

Cuceglio (997 abitanti) vede l'elezione di Antonino Iuculano Mamao, che con "La rinascita di Cuceglio" ha preso il 51,21% dei voti, battendo Paolo Roffina (Viviamo Cuceglio) fermo al 48,79%.

Cuorgnè (10.084) sarà guidata da Giovanna Cresto (31,85%) che sostituisce Giuseppe Pezzetto, mentre sono sconfitti Danilo Armanni (Moderati e indipendenti), Davide Pieruccini (Cuorgné c'è) e Mauro Pianasso (Il Cambiamento che aspettavi), rispettivamente con il 29,87%, il 27,46% e il 10,81%.

Feletto (2.269 abitanti) ha come nuovo sindaco Maria Cristina Ferrero, di "A piccoli passi tradizione e innovazione": per lei il 55,96% dei voti contro i 44,04 di Stefano Filiberto, Lavorare per Feletto, primo cittadino uscente.

Fiano (2.713) vedrà ancora Luca Casale come primo cittadino, con 1.283 voti e nessun concorrente, ma raggiungendo il quorum con quasi il 60% degli aventi diritto che si è recato alle urne.

Frassinetto (272 abitanti) sarà guidato ancora una volta da Marco Pietro Bonatto Marchello, sostenuto anche questa volta da "Insieme per
Frassinetto" e destinatario di 151 voti (74,02%) rispetto a Luca Alberto Giovannini (25,98%).

Gravere (715 abitanti) ha visto la conferma di Piero Franco Nurisso (Gravere 16/21 e il 92,37% dei voti) davanti a Michele Pastore e Mauro Carmagnola, rispettivamente con il 4,24 e il 3,39%.

Lanzo Torinese (5.150 abitanti) celebra Fabrizio Vottero Bernardina, che con "Siamo Lanzo" ha preso il 45,35% dei voti, superando Matteo Filippin (Lanzo per noi) e Deborah Fiore (Noi per Lanzo).

Lemie (189 abitanti) vede come nuovo sindaco Daniele Gabriele (Insieme per Lemie) con 98 voti pari a oltre l'89% rispetto a Filippo Ferraro (Progetto Paese) che si ferma sotto l'11%.

Vasto anche il divario a Lusigliè (556 abitanti) che conferma Angelo Marasca come primo cittadino (Rinnovamento Partecipazione Solidarietà) davanti a Monica Bertuzzi, di Noi Insieme: il risultato è di 91,6 a 8,4%.

Mompantero (651 abitanti) ha scelto Davide Gastaldo (Un Futuro a Mompantero), che con il 57,7% sconfigge uno dei "big" della politica locale e nazionale, Osvaldo Napoli, fermo al 42,3% con "Nuova Vita per Mompantero".

Montaldo Torinese (749 abitanti) Sergio Gaiotti trova la conferma con il sostegno di Montaldo Comunità Viva: per lui il 93,31% dei voti, mentre Luigi Cortese ha incassato il 6,69% con Fronte Piemonte.

Esito scontato a Noasca (169 abitanti) che con i suoi 103 elettori ha visto il 75% di affluenza e la totalità delle preferenze rivolte al sindaco uscente, Domenico Aimonino (Noasca Siamo Noi), unico candidato

Ozegna (1.235 abitanti) conferma - unico candidato - Sergio Bartoli sostenuto da "Trasparenza e Futuro". Raggiunto il quorum con il 66,44% degli aventi diritto che hanno votato.

Pertusio (773 abitanti) avrà come nuovo sindaco Giuseppe Antonio Damini, sostenuto da "Pertusio con Noi" e scelto dal 61,81% dei voti. Sconfitta Anna Carezana ("Pertusio nel cuore") con il 38,19% dei voti.

Pianezza (14.169) vedrà come successore di Antonio Castello Roberto Signoriello (Insieme per Pianezza) andando oltre il 65%. Sconfitto Emilio Agagliati (Pianezza Protagonista).

Pino Torinese (8.481 abitanti) conferma Alessandra Tosi (Ulivo e Indipendenti per Pino) con il 54,98% dei voti rispetto al 45,02% di Ludovico Maria Seppilli (Vivi Pino).

Ronco Canavese (313 abitanti) premia Lorenzo Giacomino, sostenuto da Plo Pis Ronc De De M An (84,21%) davanti a Roberta Recrosio, sostenuta da Ensembio.

Settimo Rottaro (503 abitanti) mette la fascia tricolore anche questa volta a Massimo Ottogalli ("Un Comune Una Comunità") con il 55,03% mentre Gian Carlo Coda (Siamo Settimo Rottaro) si ferma al 44,97%.

Trofarello (10.911 abitanti) vede sul filo di lana la vittoria di Stefano Napoletano, con il 34,91% e la lista "Insieme la persona al centro", mentre Laura Sandrone (Noi Trofarello) si è fermata al 34,69% a soli 11 voti di distanza. Più indietro Maurizio Tomeo (Il centrodestra unito per Trofarello, 17,49%) e Fabio Bianco (Trofarello con te), con il 12,92%.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium